Uncategorized

come sono diventato un bravo cornuto

come sono diventato un bravo cornuto
Avevo sposato la mia signora dopo un periodo lungo per consolarla della perdita di un suo grande amore, devo riconoscere che non eravamo proprio compatibili noi due dal punto di vista fisico.Lei ,Eleonora era una donna carina alta 168, un viso simpatico, bel sederino sporgente e belle tette,in pratica non una top model, ma una ragazza che si guarda molto piacevolmente e col suo sorriso decisamente accattivante. Viceversa io Ernesto sono alto 158 pancione ,quasi completamente calvo, faccione tondo ,con 2 gambe piccole e un pò storte. Ho pochi peli ,cammino anche un pò curvo e non sono stato molto dotato dalla natura ,neanche dal punto di vista dell’appparato sessuale. Come si può intuire ero decisamente scadente a letto e dopo poco tempo la mia dolce moglie cominciò a lagnarsi delle mie prestazioni e a minacciare di trovarsi altri partner ben più validi. Io non diedi peso a queste cose e tutto sembrava comunque procedere nella normalità di una vita di coppia. Ma un giorno una coppia di amici ci disse di provare a fare del trekking,come loro , aggiungendo di essere in un circolo di camminatori ed escursionisti che ogni fine settimana facevano gite e passeggiate in posti ameni. Personalmente non ero minimante interessato ad un’ attività fisica vista la mia ben nota pigrizia,ma Eleonora ne fu entusiasta e si fece dare da loro i contatti per prendere tutte le info.
Nel cuor mio speravo che finita la serata lei si scordasse di quella proposta ,ma il giorno dopo mi disse con aria decisa di telefonare al circolo per sapere le loro prossime attività, cercai di traccheggiare ma lei fu decisa e mi sembrò inutile riufutare,onde evitare liti peggiori. Così nella mattinata chiamai dall ‘ufficio e la segretaria mi disse che i nuovi soci e aspiranti tali dovevano incontrare il direttore e mi prese un appuntamento per la sera stessa. Riferii a mia moglie quanto detto e lei mi disse di passare a prenderla per andare a quell’incontro. Verso le 21 ci presentammo nella sede del circolo e la segretaria ci disse di attendere qualche minuto il direttore. Dopo poco si presentò a noi un uomo maturo dicendo di seguirlo nello studio per conoscerci. Lui fece entrare prima mia moglie e poi mi passò davanti ingnorandomi . Sono l’avvocato Vittorio piacere di conoscervi ,disse e fissò lo sguardo su di lei. Mia moglie gli sorrise fece le presentazioni e si sedette vicino a me sul divanetto presente nella stanza. A quel punto iniziai a guardarlo,era un bell’uomo palestrato, alto sui 180 ,abbronzato sulla 50ina, molto sicuro di se e a suo agio. Ci chiese che attività fisica facevamo e che esperienze avessimo, alla nostra risposta incerta cominciò a ridere e affermò che lo capiva ,soprattutto vedendomi. Io balbettai di non capire cosa intendesse. Allora lui disse che forse non mi ero visto allo specchio, ero più largo che lungo e scoppiò a ridere ,Lo stesso fece Ele che soggiunse verso di me ,Il sig Vittorio ha capito subito che tipo sei. Io diventai rosso ,avrei voluto sprofondare dalla vergogna mentre i due continuavano a ridere di me e sembrava avessere già trovato un certo feeling comune. Non contento lui fece qualche complimento a lei che continuava compiaciuta mentre lo guardava negli occhi.Lui poi concluse dicendo che il fine settimana avevano in programma un escursione semplice adatta anche al piccoletto pancione di marito che non meritava. Nuovo scroscio di risa di entrambi e nuovo forte imbarazzo mio.Infine diede la mano a lei per aiutarla ad alzarsi ,gliela baciò e le cinse col braccio un fianco accompagnadoci verso l uscita. Con mio grande stupore lei lo baciò sulle guance e notai che lui ne approfittò per strigerla verso di se per qualche momento.Dopo poco ci congedò dandoci l’appuntamento per la prima camminata in un paesino vicino, dove iniziava il nostro sentiero per il giorno seguente. Uscimmo ed io ero su tutte le furie ma Eleonora mi mise a tacere dicendo che lui le aveva fatto un ottima impressione ,che aveva detto cose vere di me, che era un uomo di classe e che avrei dovuto adeguarmi essendo già decisa la nostra partecipazione all’evento sportivo. Rimasi senza parole,mai mia moglie mi aveva trattato così ma non osai ribellermi al suo tono sicuro e un pò sprezzante per me. Anzi cercai di calmarla e dopo un breve tempo mi sorrise e mi disse di prepararmi al meglio e di essere gentile e rispettoso con Vittorio, un vero uomo, che avrebbe potuto migliorare la nostra forma fisica . Pieno di dubbi andai a dormire aspettandomi il peggio da questa situazione che per me si profilava nera.

graditi commenti e continua,se piace

Bir cevap yazın

E-posta hesabınız yayımlanmayacak. Gerekli alanlar * ile işaretlenmişlerdir

antep escort izmir escort tuzla escort şişli escort